Texas Hold’emSebbene non si conosca molto riguardo l'invenzione del Texas hold 'em, la legislatura dello Stato del Texas riconosce ufficialmente Robstown, Texas, il paese natale del gioco, il quale risale al 1900.

In seguito alla sua invenzione e alla sua diffusione in tutto il Texas, l’ Hold 'em è stato introdotto a Las Vegas nel 1967 da un gruppo di giocatori del Texas, tra cui Crandell Addington, Roscoe Weiser, Doyle Brunson e Amarillo Slim. Addington ha detto che la prima volta in cui vide il gioco fu nel 1959. "All’epoca non veniva chiamatoTexas hold ', era semplicemente Hold' em. ... Ho pensato quindi che se dovesse prendere piede, sarebbe diventato il gioco. Nel Poker si scommette solo due volte; nell’ Hold 'em si scommette quattro volte. Ciò significava che si poteva giocare in modo strategico. Questo è stato molto per un giocatore che usava il cervello".

Per diversi anni il Golden Nugget Casino nel centro di Las Vegas è stato l'unico casinò di Las Vegas ad offrire il gioco. A quel tempo, la stanza per il poker fù un vero e proprio 'polverone unico,' con polvere ... che copriva il pavimento." A causa della sua posizione e delle decorazioni, la sala da poker non ha ricevuto molte entrate consistenti e, di conseguenza, i giocatori professionisti cercarono una posizione più prominente. Nel 1969, i professionisti di Las Vegas sono stati invitati a giocare al Texas hold 'em all’entrata della ormai demolita Dunes Casino di Las Vegas Strip. Questa posizione di primo piano e, la relativa inesperienza dei giocatori di poker con il Texas hold 'em, crearono un gioco molto remunerativo per i giocatori professionisti.
Questo articolo è scritto in collaborazione con Pokerlistings Italia, una guida alle pokerroom italiane.

{dybanners}57,1,{/dybanners}