There are no articles available to be displayed inside the selected categories.

MrPronostico Blog

Consigli e pronostici sui più importanti campionati di calcio italiani ed europei. E ancora pronostici su Champions League, Europa League, Tennis ATP e WTA, Basket NBA, Hockey NHL e Football NFL

Serie A - Torna l'atteso campionato

[contentheading]Ecco la nuova A[/contentheading]

INTER Punti di forza:i nerazzurri si sono ulteriormente rafforzati, in tutti i reparti. Lucio è la classica ciliegina su una delle difese più forti al mondo, Thiago Motta se confermerà l'ottima stagione a Genova garantisce centimetri e idee al centrocampo, mentre Milito è tanto un killer d'area quanto un giocatore prezioso nel gioco corale dell'intera squadra. Poi c'è Eto'o, attaccante capace di segnare sempre, comunque e ovunque: difficile che fallisca in Italia..
Punti deboli:sulla carta nessuno. Difesa impenetrabile, centrocampo che unisce fisicità a tecnica e un attacco che propone molte alternative. L'unica incognita è rappresentata dai molti giocatori in rosa, e da come Mourinho riuscirà a gestirli. L'attacco potrebbe risentire dell'assenza di peso lasciata dalla partenza di Ibrahimovic, che con le sue giocate e il suo fisico ha spesso risolto partite ostiche contro le cosidette piccole', barricate in difesa. Eto'o ha altre caratteristiche: a Mourinho il compito di cambiare mentalità e gioco alla squadra.
Star:partito Ibra, fari puntati ovviamente su Eto'o. Il camerunense è sicuramente l'uomo più atteso, ma Mourinho dispone di una rosa di campioni straordinari. Julio Cesar, a oggi, è il portiere più forte al mondo, così come Maicon è certamente il migliore nel suo ruolo. Infine c'è Cambiasso, vero e proprio motore dei nerazzurri.
JUVENTUS Punti di forza: La solidità e la compattezza dei reparti sono alla base del sistema di Ferrara, che può contare su una squadra atleticamente più che valida e grintosa. La qualità offensiva, poi', è di prim'ordine, con Diego pronto ad offrire i suoi assist ad Amauri, Del Piero, Trezeguet o Iaquinta...
Punti deboli: Sulle fasce la Vecchia Signora potrebbe soffrire, soprattutto se opposta a una squadra che adotta il 4-4-2 o il 4-3-3 con le ali larghe. Caceres è tutto da scoprire, Grygera, Molinaro e Zebina non sono al livello dei colleghi nei club al top d'Europa; De Ceglie può crescere bene, ma deve migliorare difensivamente. Star: Il neoacquisto Diego Ribas è il giocatore chiamato a regalare il salto di qualità decisivo ai Bianconeri. Il nuovo schema a rombo è stato costruito per lui e i tifosi si attendono grandi cose dopo l'ottima esperienza di Brema
MILAN Punti di forza: Certamente il centrocampo resta il reparto più competitivo: Pirlo è rimasto, la classe del metronomo e quella di Seedorf unite alle doti atletiche di Gattuso e Ambrosini sono una garanzia. Gli innesti di Abate, Di Gennaro, Zigoni e soprattutto Huntelaar possono regalare forze fresche e qualità. Punti deboli: Senza Kakà, il trascinatore di questa squadra, c'è da capire se Ronaldinho riuscirà a raccoglierne l'eredità. Finora alti e bassi per lui. In più resta l'incognita difesa: con Maldini in pensione e Nesta ancora a mezzo servizio, il solo Thiago Silva pare all'altezza del compito. Leonardo avrà il suo bel da fare Star: Partito Beckham, i riflettori sono tutti per Alexandre Pato, asso nella manica e futuro dei rossoneri e della nazionale brasiliana, chiamato a confermarsi dopo le 15 reti dello scorso anno. Attesa anche per l'incoronazione definitiva di Ronaldinho, sempre che l'eterno Inzaghi non decida di rubargli la scena.
NAPOLI Punti di forza: i rinforzi. La campagna acquisti partenopea è stata tra le migliori della Serie A. Quagliarella, Cigarini, Campagnaro, De Sanctis, Zuniga, Hoffer... Pezzi pregiati che vanno a rinforzare una rosa che aveva bisogno di qualche ritocco. De Laurentiis questa volta non ha badato a spese, consegnando a mister Donadoni un giocattolino niente male. Ora bisogna puntare in alto. Punti deboli: la difesa, e la pressione. Il reparto arretrato resta forse l'unico a non convincere del tutto. Il Napoli è ancora in cerca di un giocatore per la fascia sinistra, anche perché adattare Zuniga da quella parte è un rischio che si potrebbe pagare nel corso della stagione. Ma quest'anno non si può sbagliare, e le ultime stilettate del presidente lo hanno fatto capire. Ai primi risultati negativi la pressione potrebbe giocare dei brutti scherzi, la storia della scorsa annata ce lo insegna. Star: Difficile scegliere tra Hamsik, Lavezzi e Quagliarella. Il pocho è il pocho, e nonostante tutti i problemi che ha avuto negli ultimi mesi, resta forse il giocatore più rappresentativo. Hamsik è il faro, chiamato però a riscattare un'ultima annata così così. Ma occhio, ovviamente, anche a Quagliarella. Cresciuto a Castellamare di Stabia, per il suo cartellino De Laurentiis ha versato qualcosa come 19 milioni di euro nelle casse dell'Udinese. Niente male. Se ne è andato da Scugnizzo, è tornato da Star.
GENOA Punti di forza: Crespo e Floccari, più Palladino, Palacio, Sculli e Figueroa. Già così il reparto offensivo è di grandissimo livello, pronto per affrontare da protagonista campionato e coppe (Europa League compresa). L'altra arma in più si chiama Gian Piero Gasperini ed è seduta in panchina. Punti deboli: Via Thiago Motta, forse manca un vero regista di centrocampo. E' arrivato Kharja, ma è più un trequartista, mentre né Milanetto (troppo anziano), né Bolzoni (troppo inesperto) sembrano dare le giuste garanzie. Inoltre occhio all'Europa: un ottima vetrina, ma spesso anche un pensiero in più per una squadra non abituata al triplice impegno Star: Non ce n'è una, anche se gli indizi dell'anno scorso portano tutti a Sergio Floccari. Chiamato a sostituire il Principe Milito, l'ex atalantino porta in dote 12 gol dell'ultima annata nerazzura e tanta voglia di sfondare anche nel club di Preziosi che per lui ha investito proprio 12 milioni di euro.
ROMA Punti di forza: l'equilibrio tra e dei suoi reparti rende la Roma una concorente pericolosa. La partenza di Alberto Aquilani lascia il centrocampo con meno alternative (e la rosa senza un talento). Centrocampo e attacco rimangono comunque il top della squadra di Spalletti, quando De Rossi, Pizarro e Totti sono in forma per gli avversari sono sempre problemi. Importante poi sarà l'apporto di Taddei e Guberti sul gioco di fascia. Punti deboli: Probabilmente la mancanza di alternative in tutti i reparti. Quale alternativa a De Rossi? Quale a Pizarro? Quale a Mexes, Vucinic o Totti? Giocatori pilastri e insostituibili, è vero, ma la panchina della Roma rimane corta. Si dovranno incrociare le dita e sperare che l'infermeria rimanga vuota, in caso contrario saranno davvero problemi. Star: Francesco Totti. Troppo semplice la scelta. Il capitano rimane il simbolo di questa squadra e ha dimostrato nei preliminari di Europa League di essere già in buona condizione fisica e soprattutto mentale. Quando Totti funziona la Roma intera funziona. Troppo importante la personalità del Pupone, incredibile la sua grandezza in campo.
UDINESE Punti di forza: Pasquale Marino è riuscito a resistere all'assalto delle grandi per i suoi migliori giocatori. Ceduto solamente Quagliarella al Napoli, mentre D'Agostino e Di Natale sono rimasti in Friuli, creando i presupposti per una grande stagione. Punti deboli: Da verificare l'efficacia offensiva. Corradi non dà le garanzie che regalava Quagliarella, quindi ci sarà bisogno dei gol di Floro Flores, per non parlare della potenziale esplosione di Ighalo. Star: L'Udinese ha bisogno del ritorno del suo capitano Antonio Di Natale, fuori nell'ultima parte della scorsa stagione per infortunio. La sua qualità e il suo carisma possono fare la differenza. Un'occhiata a...Eren Derdiyok, 21enne attaccante elvetico che può vantare il record del più giovane giocatore in campo a Euro 2008.
FIORENTINA Punti di forza: l'allenatore. Tra giocatori che arrivano e giocatori che partono (con i secondi che pesano sempre più dei primi), Prandelli si è dimostrato fino a oggi uno dei più bravi a creare un gruppo solido, e a tirar fuori il meglio dai suoi uomini, si veda solo la rinascita in viola di Gilardino. L'impianto di gioco è ormai collaudato, e per alcuni dei nuovi arrivi, come Marchionni, Firenze potrebbe essere la piazza ideale per esprimersi su livelli di eccellenza Punti deboli: in attesa di vedere cosa succederà nell'ultima settimana di mercato, rimangono dubbi su una difesa cui il solo innesto di Natali non sembra poter garantire la solidità necessaria in Italia ed Europa. A centrocampo, poi, la cessione di Felipe Melo ha lasciato una voragine che difficilmente potrà essere colmata dall'arrivo di Cristiano Zanetti Star: Adrian Mutu deve riscattare una stagione tormentata e discontinua, tornando ad accendere con continuità la luce là davanti, a suon di dribbling, gol e invenzioni assortite
PALERMO Punti di forza: l'arrivo di Walter Zenga e del suo disarmante ottimismo, in grado di contagiare tutta la calda piazza palermitana. La sua ormai celebre dichiarazione Puntiamo allo scudetto ha fatto sobbalzare qualcuno e entusiasmare qualcun altro. Il suo passaggio contestato dal Catania al Palermo sembra già dimenticato dai tifosi rosanero che ora però lo attendono al varco. La squadra a sua disposizione è attrezzata con giocatori di qualità (vedi Miccoli, Simplicio, Liverani e Bresciano) ma anche da elementi di quantità come Nocerino. Un mix che potrebbe risultare vincente. Punti deboli: Il Palermo ha a disposizione dei finalizzatori importanti come Cavani e Miccoli, ma manca forse un ariete, l'Amauri della situazione che possa far salire la squadra nei momenti di difficoltà o che sia in grado di segnare gol di pura potenza. C'è Budan, dotato di questo tipo di caratteristiche ma, forse, non è esattamente all'altezza di un progetto che vuole inseguire obiettivi importanti.
Star: su Fabrizio Miccoli Walter Zenga punta tantissimo. Il folletto geniale di Nardò avrà il compito di essere uomo leader con la sua fantasia e le sue realizzazioni. La scorsa stagione è stata molto positiva per lui, 14 gol e oltre 15 assist, ma questo potrebbe essere il suo grande anno. Non bisogna dimenticare che ci sono i Mondiali nel 2010, chissà?
LAZIO Punti di forza: La qualità del reparto offensivo biancoceleste è fuori discussione. Rocchi da' le solite garanzie, Zarate può ancora crescere e in più a dar man forte sono arrivati Makinwa e soprattutto Cruz. A centrocampo tecnica e corsa non mancano. La partenza, con il successo con l'Inter in Supercoppa italiana, è stata da incorniciare. Punti deboli: Le tegole Pandev, Ledesma e De Silvestri (per ora fuori squadra) potrebbero minare l'unità del gruppo, che soffre soprattutto in difesa: obiettivo non incassare ancora 55 reti, sesta peggior difesa dello scorso anno. Ballardini ha iniziato l'anno con un successo insperato, ma raccogliere l'eredità di Delio Rossi non sarà facile. Star: Naturalmente Mauro Zarate, splendida rivelazione dello scorso campionato in cui ha realizzato 13 reti. Oltre al talento argentino, occhio a Matuzalem: il brasiliano, dopo le parentesi allo Shakhtar e al Real Saragozza, è pronto ad esplodere definitivamente.

{slide=SAMPDORIA}

SAMPDORIA Punti di forza: grandi a parte, poche squadre possono contare su una coppia d'attacco come Cassano-Pazzini, attesi alla conferma dopo l'ottima intesa mostrata nei primi sei mesi del 2009 e per entrambi quest'anno c'è una motivazione Mondiale in più, e un Del Neri che spesso ha costruito le sue fortune sull'attacco Punti deboli: se a centrocampo gli innesti di Tissone e Mannini possono dare sicuramente un apporto importante a livello di qualità e corsa, rimangono ampli margini di miglioramento in difesa, dove le partenze di Raggi e soprattutto Campagnaro, in un reparto che già l'anno scorso non era eccelso, non sono state per ora compensate da acquisti significativi Star: Ovviamente lui, Fantantonio da Bari. Che alla Nazionale e al Sud Africa ci crede ancora, e fa bene. Perché se confermerà la maturazione mentale dell'ultimo periodo, continuando a inventare calcio come pochi altri sanno fare, anche Lippi alla fine dovrà arrendersi

{/slide} {slide=PARMA}

PARMA Punti di forza: L'entusiasmo di una formazione tornata immediatamente nel massimo campionato dopo appena un anno nel Purgatorio della B. Saranno tredici i volti nuovi, una vera e propria rivoluzione: non solo Panucci e Bojinov, elementi di spicco del mercato gialloblù, ma anche giovani interessanti come Lanzafame e Galloppa, oltre a uomini esperti quali Mirante e Dellafiore. Punti deboli: Paradossalmente proprio questa sorta di rivoluzione nella rosa gialloblù potrebbe creare più di un problema a Guidolin. Non è mai facile mettere insieme tanti giocatori che non si conoscono. Altro aspetto è il modulo su cui vorrà puntare il tecnico dei Ducali. Nel precampionato ha provato molto il 4-3-3 (con Biabiany e Bojinov, o Lanzafame, sugli esterni e Paloschi punta centrale), ma non è escluso che in corsa sarà costretto a tornare al 3-5-2. Star: Ce ne sono almeno tre, e tutti per motivi differenti. Valeri Bojinov, con la sua voglia di tornare a sentirsi calciatore dopo le delusioni di Manchester (sponda City); Christian Panucci (che ha scelto Parma come nuova realtà da cui ripartire dopo una vita nella Roma); e Alberto Paloschi, che ha trascinato i gialloblù in Serie A con i suoi gol nella scorsa stagione.

{/slide} {slide=CAGLIARI}

CAGLIARI Punti di forza: sicuramente Allegri e il gruppo. Il presidente Cellino ha infatti confermato il tecnico che nella passata stagione ha raggiunto una tranquilla salvezza attraverso un gioco convincente. Se l'allenatore toscano riuscirà a trovare l'uomo giusto per sostituire i gol di Acquafresca, anche quest'anno i tifosi sardi si potranno divertire. Punti deboli: la partenza di Acquafresca ha sicuramente spuntato l'attacco, ma potrebbe pesare ancora di più l'addio di Fini, uomo chiave per gli equilibri del Cagliari della passata stagione. Ad Allegri l'arduo compito di trovare sostituti all'altezza degli ex. Star: capitan Conti ma anche il portierino Marchetti, che Cellino è riuscito a trattenere in Sardegna, nonostante il fortissimo pressing del Milan. Potrebbe rinascere anche un campione del mondo come Simone Barone, che con Conti andrà a formare una granitica cerniera di centrocampo.

{/slide} {slide=ATALANTA}

ATALANTA Punti di forza: il nuovo acquisto Robert Acquafresca. Forse gli manca un po' di esperienza, ma il fiuto del gol sopperisce perfettamente a questa lacuna. A Bergamo l'ambiente è molto sereno e c'è possibilità di crescere con tranquillità. Con le spalle coperte da Doni e aiutato in attacco da Tiribocchi, Acquafresca può fare davvero una stagione grandiosa Punti deboli: la difesa. Ad un attacco che promette scintille, fa da contraltare una difesa che forse avrebbe bisogno di qualche innesto. Inoltre c'è l'incognita Guarente, corteggiato da molte squadre. Nel caso il centrocampista decidesse di partire, tutto il reparto ne risentirebbe Star: Cristiano Doni. E' il capitano, l'anima di questa Atalanta nonché uno degli uomini di maggior esperienza della squadra. A lui il compito di aiutare il nuovo allenatore, mister Gregucci, a inserirsi al meglio nei meccanismi che governano il gruppo.

{/slide} {slide=CATANIA}

CATANIA Punti di forza: La voglia di ben figurare di Gianluca Atzori, cui spetta la pesante eredità di chi, prima di passare sulla panchina del Palermo, a Catania era diventato l'idolo dei tifosi: Walter Zenga. Toccherà all'ex allenatore in seconda del Parma dimostrare di essere un tecnico di Serie A. A Catania c'è tutto per fare bene. Punti deboli: Sono andati via tanti giocatori validi e di esperienza, ne sono arrivati altri con meno personalità e molti ancora da scoprire. Un'incognita questa che non può non pesare nella valutazione del Catania. Saprà un tecnico come Atzori, all'esordio in un campionato difficile come quello di Serie A, assemblarli al meglio? Star: Giuseppe Mascara, e chi se non lui. Il fantasista siciliano è l'arma in più del Catania: primo giocatore della storia della società a essere convocato in Nazionale (insieme a Biagianti) e con ancora tanta, tantissima voglia di portare la croce di una squadra che sente sempre più sua. Poi è anche catanese...

{/slide} {slide=BARI}

BARI Punti di forza: Due i punti di forza della squadra. Giocatori che si conoscono e che nello scorso campionato cadetto hanno convinto tutti con moduli e giocate individuali da grande squadra. E l'attacco. Con Barreto sicuro protagonista, e con l'inserimento di Meggiorini, i galletti almeno per quanto riguarda il reparto offensivo possono stare tranquilli. Punti deboli: purtroppo per Bari, una piazza che meriterebbe ben altra considerazione, di punti deboli ce ne sono tanti. La crisi societaria ed economica certo non ha aiutato, l'arrivo di Barton dovrebbe essere la soluzione, ma solo da gennaio. Intanto il campionato sta per iniziare... e qualche acquisto per aiutare un centrocampo piuttosto debole sembrerebbe davvero indispensabile. Star: come detto, Barreto. In Serie B, a tratti, ha fatto letteralmente il bello e il cattivo tempo, la A è un'altra cosa, ma il brasiliano ha tutte le qualità per trascinare i suoi anche nella massima Serie

{/slide} {slide=BOLOGNA}

BOLOGNA Punti di forza: Marco Di Vaio e il solito centrocampo supermuscolare. Il Bologna 2009/10 riparte dal suo bomber (ben 24 gol nella scorsa stagione) e con rinnovata benzina in mezzo al campo. Guana, Giacomo Tedesco e Vigiani assicurano fosforo ed esperienza sulla mediana. Punti deboli: Antonioli, Castellini e Volpi non ci sono più, una vera spina dorsale della squadra. La società rossoblù ha puntato tutto sull'emergente Viviano in mezzo ai pali: avrà già la stoffa e il sangue freddo per difendere la porta di una squadra da Serie A? Star: Come il buon vino, invecchiando migliora... Marco Di Vaio ha vissuto la sua 'ottima annata' nella stagione appena conclusa, con 24 reti in 38 partite. Il Bologna è riuscito a convincerlo a restare (fino al 2011), Papadopulo e la piazza ovviamente puntano tutto su di lui

{/slide} {slide=CHIEVO}

CHIEVO Punti di forza: il gruppo. Le offerte non sono mancate, qualcuno è andato via, ma molti sono rimasti. Sorrentino, Yepes e Pellissier rappresentano ancora la spina dorsale, insieme a Mister Di Carlo che ha trovato la quadratura del cerchio modificando il poco produttivo 4-3-3 di Beppe Iachini con un modulo magari meno spettacolare ma più efficace. Punti deboli: ma la salvezza dello scorso anno potrebbe essere proprio il punto debole del Chievo 2009-2010. Per la serie: Se ce l'hai fatta una volta, non vuol dire che ce la farai anche la seconda. A parte l'innesto di Ariatti a centrocampo, ad oggi la formazione titolare sarebbe sostanzialmente la stessa, mentre diverse rivali si sono rafforzate. Occhio dunque a fidarsi troppo della scorsa stagione. Per essere competitivi in Serie A mantenere i propri big purtroppo non basta. Star: neanche a dirlo, capitan Pellissier. E' stato lui in più circostanze a trascinare i compagni. I 72 gol in maglia gialloblu (capocannoniere di sempre) lo dimostrano. Motivazione in più per quest'annata, i mondiali in Sud Africa: mister Lippi lo tiene d'occhio, lui lo sa.

{/slide} {slide=LIVORNO}

LIVORNO Punti di forza: Che dire dell'attacco livornese? Il ritorno a casa di Cristiano Lucarelli rinforza un reparto di buon livello. Il trio offensivo Diamanti, Tavano e Lucarelli promette bene. Livorno si giocherà la salvezza sul rendimento di questi tre elementi, tra cui solo Lucarelli lascia qualche dubbio, per età e soprattutto per le ultime stagioni non proprio esaltanti. Sarà in grado il figliol prodigo di svolgere il suo compito? Punti deboli: Innesti importanti in difesa con Raimondi e soprattutto Pieri, ma il reparto arretrato rimane quello con più incognite. Negli scontri diretti bisognerà vedere se la retroguardia livornese sarà all'altezza. Fondamentale sarà comunque il supporto del centrocampo in copertura: il Livorno non può concedere autostrade né lasciare eccessivo spazio agli avversari. Star: Innesti importanti in difesa con Raimondi e soprattutto Pieri, ma il reparto arretrato rimane quello con più incognite. Negli scontri diretti bisognerà vedere se la retroguardia livornese sarà all'altezza. Fondamentale sarà comunque il supporto del centrocampo in copertura: il Livorno non può concedere autostrade né lasciare eccessivo spazio agli avversari.

{/slide} {slide=SIENA}

SIENA Punti di forza: A rinforzare l'attacco è arrivato Michele Paolucci, l'anno scorso protagonista di un'ottima stagione aCatania. Il 23enne di Recanati in Sicilia ha realizzato 9 gol nella stagione 2008-2009 e potrebbe aiutare a risolvere il problema dei pochi gol segnati della scorsa annata, 33, penultimo attacco della Serie A Punti deboli: L'addio di Zuniga, finito al Napoli, ha sicuramente indebolito tutta la squadra, non solo il reparto difensivo. Il giocatore colombiano, 24 anni non ancora compiuti, era uno stantuffo sulla fascia destra del Siena che ora deve correre ai ripari e sperare di rimpiazzare al meglio una grave perdita. Star: Maccarone è il giocatore del Siena che potrebbe accendere la luce nell'attacco bianconero. Con un Calaiò non in grande spolvero, con l'addio di Kharja, l'incognita Reginaldo e la speranza Paolucci, le responsabilità cadono sul centravanti nato a Galliate che non è più riuscito a raggiungere i livelli che gli aprirono, nel 2002, le porte della nazionale maggiore.

{/slide}

[readon1 url=" http://it.eurosport.yahoo.com/21082009/45/serie-nuova-ed-come-finira.html "]FONTE: EUROSPORT[/readon1]

Champions: Kakà vs Milan e Ibra vs Inter
Premier League 2009/10

Related Posts

 
Wait a minute, while we are rendering the calendar

Latest News

MrPronostico
23 November 2018
I bonus rappresentano sicuramente uno degli strumenti più importanti sia pe...
MrPronostico
29 June 2017
Il prossimo 13 agosto vedrà Juventus e Lazio sfidarsi p...
MrPronostico
19 May 2017
Buon giorno direttore, quando e come nasce MrPronostico...

Online Users

We have 243 guests and 36 members online

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

INFO ABOUT COOKIE

To make our website easier and more enjoyable, we use cookies throughout the site. Cookies are little pieces of data that allow us to compare new and past visitors, understand how users navigate through our site, and provide us with data that we can use to make the experience more enjoyable and more effective in the future. Cookies do not log any personal information about a user, and identifiable data will never be stored. If you would like to avoid the use of cookies, you must tailor your computer settings to erase all website Cookies and/or notify you via a warning if cookies are being stored. To proceed without changes to the cookie implementation, simply continue to the site.

Visit www.aboutcookies.org for more information about cookies and how they affect you and your browsing experience.

The types of cookie we use

Strictly necessary cookies

These cookies are essential in order to enable you to move around the website and use its features, such as accessing secure areas of the website. Without these cookies services you have asked for, like competition forms etc, cannot be provided.

Performance cookies

These cookies collect information about how visitors use a website, for instance which pages visitors go to most often, and if they get error messages from web pages. These cookies don’t collect information that identifies a visitor. All information these cookies collect is aggregated and therefore anonymous. It is only used to improve how a website works.
By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

Functionality Cookies

These cookies allow the website to remember choices you make (such as your user name, language or the region you are in) and provide enhanced, more personal features. For instance, the NIVEA Baby website provides customized content based on user selected baby age. These cookies can also be used to remember changes you have made to text size, fonts and other parts of web pages that you can customise. They may also be used to provide services you have asked for such as watching a video or commenting on a blog. The information these cookies collect may be anonymised and they cannot track your browsing activity on other websites.
By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

Google Analytics

This website uses Google Analytics, a web analytics service provided by Google, Inc. ("Google"). Google Analytics uses "cookies", which are text files placed on your computer to help the website analyze how users use the site. The information generated by the cookie about your use of the website (including your anonymous IP address) will be transmitted to stored by Google on their servers in the United States. Google will use this information for the purpose of evaluating your use of the website, compiling reports and providing other services relating to website activity and internet usage. Google may also transfer this information to third parties where required to do so by law, or where such third parties process the information on Google's behalf. Google will not associate your IP address with any other data held by Google. You may refuse the use of cookies by selecting the appropriate settings on your browser, however please note that if you do this you may not be able to use all features of this website. By using this website, you consent to the processing of data about you by Google in the manner and the purposes set out above.

You can prevent Google tracking cookies installing this plugin on your browser:
http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en