Milan-Dortmund 1-3, qualificazione sempre più lontana

Il Milan perde 1-3 in casa contro il Borussia Dortmund nella quinta giornata di Champions League. La serata storta dei rossoneri inizia già al 6′ con il rigore sbagliato da Giroud, a cui fa seguito poco dopo quello invece realizzato da Reus. La reazione del Milan porta al pareggio di Chukwueze al 37′, ma nella ripresa, dopo l’ennesimo infortunio stagionale – questa volta a Thiaw – il Dortmund colpisce con due reti in dieci minuti, prima con Bynoe-Gittens e poi con Adeyemi. Ai rossoneri di Pioli serve un miracolo nell’ultimo turno per sperare negli ottavi, mentre il Borussia è già qualificato.

Serata storta, ora serve un miracolo per la qualificazione

Il buon inizio dei rossoneri consegna a Giroud il pallone pesante che potrebbe regalare ai rossoneri una serata in discesa, ma il francese tradisce l’emozione, sbagliando banalmente dagli undici metri. A questo brutto colpo si aggiunge quello di Reus cinque minuti più tardi, per lo 0-1 dal dischetto dopo un fallo di Calabria su Bynoe-Gittens. Nonostante il doppio brutto colpo, Il Milan non si disunisce, non crolla dopo lo svantaggio ma, anzi, inizia a cercare di creare occasioni da gol sfruttando le proprie (poche) armi. Concede il fianco all’avversario ovviamente, ma anche crea molto soprattutto con un ispirato Chukwueze. Al 37′ è proprio il nigeriano a trovare la rete del pareggio che riaccende lo stadio, partendo da destra e saltando in dribbling Bynoe-Gittens e Bensebaini primi di infilare in porta il diagonale.

Il ritorno in campo dopo l’intervallo sembra promettente bene con la rovesciata di Pulisic murata in angolo dalla difesa del Borussia, ma proprio quando il Milan sembra voler alzare il ritmo alla ricerca dei tre punti, uno scatto in difesa di Thiaw su Bynoe-Gittens mette fuori gioco il difensore rossonero causando quasi contestualmente un tracollo mentale ancora prima che tattico o fisico. Con Krunic inventato centrale difensivo, ma soprattutto con la sensazione di vivere in una serata stregata, il Milan concede spazi sulla trequarti con cui il Dortmund banchetta. Due azioni praticamente fotocopia tra il 59′ e il 69′ fanno scappare via il Borussia prima con Bynoe-Gittens, chirurgico nell’infilare l’angolino di Maignan dal limite dopo un’azione portata avanti da destra a sinistra da Fullkrug e Sabitzer; poi Adeyemi, nello stesso modo e con lo stesso esito finale.

Il Milan in ginocchio fisicamente e numericamente non ha mollato, provandoci sempre ma confermando i limiti offensivi ormai noti da tempo. Giroud in serata nerissima, ma anche Loftus-Cheek e Pulisic non hanno dato la qualità richiesta negli ultimi metri, aggiungendo a questo un po’ di sfortuna con la doppia occasione nel finale di Jovic fermato prima dal palo e poi da Kobel per una rete negata che, Champions a parte, avrebbe potuto svoltare la stagione del serbo. Il pareggio tra Psg e Newcastle, giusto per completare l’opera, ha solo aumentato i rimpianti dei rossoneri che in Inghilterra saranno costretti a vincere per sperare nel miracolo ottavi di finale.