Juventus-Verona 1-0, Cambiaso al ’97

Kean Juventus-Verona 1-0

Nel quarto anticipato della 10a giornata di Serie A, la Juventus sconfigge il Verona con un gol di Cambiaso al 97′ e torna in vetta da sola dopo 124 partite e 1.183 giorni. Nonostante due gol annullati dal Var, la Juventus ha avuto la meglio. Al 13′, la conclusione di Kean deviata da Vlahovic batte Montipò, ma viene annullata per un fuorigioco millimetrico. Poi, al 53′, Kean segna di testa l’1-0, ma il Var annulla per una sbracciata dell’azzurro su Faraoni. Tuttavia, quando sembrava tutto perduto, arriva il gol di Cambiaso dopo un palo di Milik, che fa esplodere lo Stadium.

#
Squadra
M
V
X
Ps
GF
GS
DG
Pt
1
Inter
v n v v n
>
32
26
5
1
77
17
60
83
2
AC Milan
v v v v n
>
32
21
6
5
63
37
26
69
3
Juventus
n n p v n
>
32
18
9
5
45
24
21
63
4
Bologna
p v v n n
>
32
16
11
5
45
25
20
59
5
AS Roma
v n v n v
>
31
16
7
8
56
35
21
55

Andrea Cambiaso fa gioire lo Stadium allo scadere

Allegri conferma la formazione che ha sconfitto il Milan, ad eccezione del rientro di Vlahovic in attacco accanto a Kean. Baroni, che ha ottenuto solo due punti nelle ultime sette giornate, sceglie Bonazzoli e Djuric come punte, con il supporto di Duda. Terracciano completa la difesa a tre.

La Juventus, desiderosa di raggiungere la vetta almeno per una notte, aggredisce subito un Verona che nei primi venti minuti si limita a difendersi senza mai ripartire. Dopo un paio di occasioni per Vlahovic e Weah, al 13′ i padroni di casa superano la difesa scaligera: Kean si libera di Folorunsho e dal limite dell’area fa secco Montipò con una leggera deviazione di Vlahovic. Il Var annulla il gol, deludendo le speranze di Vlahovic di sbloccarsi, considerando che l’ultimo gol risale al primo aprile proprio contro l’Hellas. Come contro il Milan, Kean è l’attaccante più in forma e al 18′ sfiora il gol di testa, ma Montipò devia sopra la traversa. Dopo un minuto, Kostic gli serve un perfetto cross, ma il suo sinistro non trova la porta. Kean si dimostra abile quando ha spazio, ma meno preciso nelle conclusioni.

Con il passare dei minuti, il Verona guadagna un po’ di coraggio e non si fa più schiacciare. Nel recupero, sfiora il vantaggio con un sinistro al volo di Bonazzoli sul primo palo, respinto da Szczesny con un tuffo. Magnani e compagni soffrono la vivacità di Kean, ma riescono a contenere Vlahovic, che si rende pericoloso solo con un colpo di testa alto al 36′.

Allegri lascia negli spogliatoi Weah e fa entrare Miretti, dando vita a un monologo a tinte bianconere. Le occasioni si susseguono: Kean non sfrutta di testa un bel cross di Kostic e poi gli viene annullato un gol per una manata sul volto di Faraoni all’inizio dell’azione. Montipò compie una grande parata su Rabiot.

Poco dopo l’ora di gioco, Allegri fa entrare Cambiaso e Chiesa: l’ex giocatore della Fiorentina mette subito alla prova il portiere scaligero e vede Faraoni respingere un suo tiro che sembrava destinato a segnare, mentre nel finale un suo destro termina di poco a lato. Yildiz subentra a Rugani, ma il giovane getta al vento una splendida sponda di testa di Milik al 92′. Il polacco è caldo e al 97′ salta in testa a Magnani, ma il pallone colpisce il palo, Dawidowicz si impappina e Cambiaso fa esplodere i tifosi juventini.

Telegram seguici su Telegram per pronostici extra e sessioni live!

Scommesse Multiple | Scommesse Live

Sisal Logo
Bonus fino a 5.250€
Fino a 5.000€ Salva il Bottino +250€ Scommesse. T&C Sisal.it

NEWS