Napoli-Fiorentina 1-3, Garcia sotto osservazione

napoli-fiorentina 1-3

Nella partita serale dell’ottava giornata di Serie A, la Fiorentina ha conquistato una vittoria sorprendente allo stadio Maradona, sconfiggendo il Napoli con un punteggio di 3-1 in una prestazione brillante. I viola hanno preso il comando nel primo tempo grazie a Brekalo, ma hanno subito il pareggio su rigore segnato da Osimhen. Tuttavia, nella seconda metà della partita, hanno raddoppiato il vantaggio con Bonaventura e hanno chiuso definitivamente i conti nel finale con Nico Gonzalez. Questa vittoria ha permesso alla Fiorentina di superare il Napoli e raggiungere la Juve al terzo posto in classifica con 17 punti, 3 in più dei partenopei.

Dopo la sconfitta del Napoli contro il Real Madrid in Champions League, la squadra si concentra nuovamente sul campionato con l’obiettivo di continuare sulla strada del successo dopo le vittorie contro Udinese e Lecce. Il tecnico Garcia ha deciso di affidarsi ai giocatori titolari, schierando il tridente composto da Politano, Osimhen e Kvaratskhelia. Nella Fiorentina, il tecnico Italiano ha sorpreso lasciando in panchina Nico Gonzalez e schierando Ikoné al suo posto fin dall’inizio. In attacco, Nzola ha vinto la sfida con Beltran per una maglia da titolare.

I viola conquistano il Maradona

La prima grande occasione della partita è a favore della Fiorentina, con una spettacolare rovesciata di Martinez Quarta su azione d’angolo, respinta a pochi passi dalla linea di porta da Osimhen. Nel ribaltamento di fronte, il Napoli sfiora il gol con Di Lorenzo che calcia verso la porta un destro da ottima posizione, deviato in angolo da Terracciano. I ritmi sono molto intensi e al 7′ la Fiorentina si porta in vantaggio: su un cross dalla destra, Martinez Quarta colpisce di ginocchio la palla che si stampa sul palo. La sfera rimbalza verso Brekalo, che da posizione defilata la infila in rete sotto le gambe di Meret, che non è perfetto nel suo intervento. All’22’ viene annullato un gol a Osimhen per un precedente fuorigioco di Olivera, che ha toccato il pallone durante un’azione confusa nell’area viola. Alla mezz’ora il Napoli perde Anguissa per un infortunio muscolare e viene sostituito da Raspadori. Nel quarto minuto di recupero, l’arbitro La Penna assegna un calcio di rigore al Napoli: Terracciano travolge Osimhen, che aveva ricevuto il pallone da Parisi, autore di un’ingenuità clamorosa. Dal dischetto va proprio il bomber nigeriano, che non sbaglia. Le squadre vanno così al riposo sul punteggio di 1-1.

All’inizio del secondo tempo, è la Fiorentina ad andare a un passo dal raddoppio con un’azione in contropiede che si conclude colpendo il palo esterno grazie a Ikoné. Al 57′, ancora il francese si rende pericoloso con un sinistro a giro che sfiora il legno. La Fiorentina domina il gioco, ma concede anche grandi opportunità al Napoli. Così, al 59′, Terracciano si supera su Osimhen, che viene lanciato in porta a seguito di una clamorosa incomprensione tra Kayode e Milenkovic. Al 63′ arriva il meritato secondo gol della Fiorentina con Bonaventura, che segna dopo una percussione centrale di un ottimo Duncan. Il Napoli subisce il colpo e non riesce a reagire, limitandosi ad azioni individuali e cross lanciati nell’area. Garcia tenta anche i cambi con Simeone e Lindstrom al posto di Osimhen e Zielinski, ma senza successo particolare. Così, nel recupero, il neoentrato Nico Gonzalez sigla il terzo gol, deviando in rete il cross di Parisi in contropiede.

La squadra del Napoli subisce una pesante sconfitta (la seconda in campionato dopo il precedente ko contro la Lazio), allontanandosi così dalle posizioni di vertice della classifica. Al contrario, la Fiorentina continua a sorprendere e, grazie a una partita caratterizzata da corsa, determinazione e coraggio, raggiunge la Juventus al terzo posto con 17 punti.

Telegram seguici su Telegram per pronostici extra e sessioni live!

Scommesse Multiple | Scommesse Live

Sisal Logo
Bonus fino a 5.250€
Fino a 5.000€ Salva il Bottino +250€ Scommesse. T&C Sisal.it

NEWS