Poker e Skill Games

pokerstars-pokeritIl gioco del poker è stato spesso oggetto di studi ed analisi da parte di esperti del settore, ed ancora oggi vi è una forte polemica, fra coloro i quali lo considerano soltanto skill game, o gambling. Chi ha ragione e in quale categoria effettivamente si può collegare il più noto gioco di carte?

Gli studi di settore così come accesi dibattiti hanno mostrato ed evidenziato dei punti molto interessanti, ma nessuna “fazione” ha prevalso e molti, anzi, considerano ovviamente che la verità è proprio nel complesso dei due settori, come da sempre avvenuto. Per vincere al poker bisogna possedere tutte le abilità necessarie del caso ed anche quel pizzico di lucidità mentale che consente di prendere decisioni, anche azzardate, che in alcuni casi possono pagare, ed in altri meno.

Che giocare a poker richieda delle skill, a livello sportivo almeno, particolarmente elevate, è un dato di fatto (giudica le tue capacità di pokerista navigando nel sito PokerStars.it!), poiché anche da appositi studi di settore, è emerso che con il solo “azzardo” non si va da nessuna parte, e soltanto i giocatori costanti e bravi, effettivamente riescono a vincere spesso ed a chiudere i propri conti di gioco in attivo. Non a caso, i nomi dei più bravi sono sempre in rilievo, e nonostante una varianza di prestazioni per forza di cose legata necessariamente al tipo di gioco, coloro i quali hanno delle skill elevate, in sintesi riescono a prevalere, in tutte le varie situazioni del caso.

La percentuale di questi player non è alta, e rappresenta circa il 35% dei profili nel mondo, secondo uno studio olandese. Tuttavia, considerare il poker come semplice gambling game non è assolutamente sbagliato, anche se come dimostrato, soltanto chi ha skill ed abilità, alla fine riesce a prevalere. Ovviamente bisogna anche calcolare che esistono appositi modelli matematici, studi di statistica ed anche avanzate combinazioni e teorie per il gioco, e nonostante “l’azzardo” sia presente, evidentemente in maniera superiore rispetto ad altre discipline, studio ed abilità ovviamente prevalgono, a maggior ragione nelle competizioni in live, dove molti giocatori riescono ad analizzare il carattere psicologico degli avversari ed interpretarne mosse ed azioni secondo metodi prettamente scientifici e razionali.

Cosa è quindi il poker in sintesi, e quale rapporto ha con le skill di ogni singolo player? Decisamente un legame molto stretto, che per funzionare e che per essere sfruttato deve essere condito da quella percentuale di azzardo, sfrenatezza ed incoscienza, che è indispensabile per prevalere in numerose situazioni. Il gioco del poker è anche questo infatti, e proprio per queste caratteristiche non a caso viene scelto e praticato da migliaia e migliaia di persone in tutto il mondo. Bisogna combinare infatti entrambe le cose, senza lanciarsi su qualche idea troppo precisa, e soprattutto accorpare tanti allenamenti a studi, previsioni e calcoli, che nel tempo assicurano dei risultati, se ben applicati.

Con questo riassunto possiamo considerare chiusa totalmente la questione, e ribadire che effettivamente il poker è legato molto alle skill di giocatori e praticanti. Ovviamente, come i grandi latini ci insegnano, la verità sta proprio nel mezzo, e pertanto nonostante gli estremismi del caso, non possiamo che considerare valide tutte e due le correnti di pensiero, prendendo atto di quanto dimostrato e studiato da appositi esperti del settore.

Telegram seguici su Telegram per pronostici extra e sessioni live!

Scommesse Multiple | Scommesse Live

Sisal Logo
Bonus fino a 5.250€
Fino a 5.000€ Salva il Bottino +250€ Scommesse. T&C Sisal.it

NEWS