Milan-Frosinone 3-1, primo gol di Jovic in campionato

Milan-Frosinone 3-1

Il Milan conquista la sua seconda vittoria consecutiva in Serie A, battendo il Frosinone per 3-1 a San Siro. I rossoneri prendono il vantaggio poco prima dell’intervallo con il primo gol di Jovic (43′). Nella ripresa, Pulisic (50′) e Tomori (74′) consolidano la vittoria. La punizione di Brescianini all’82’ risulta inutile. La squadra di Pioli raggiunge così 29 punti e si porta momentaneamente a -4 dalla Juventus, attualmente in testa alla classifica, mentre il Frosinone rimane fermo a quota 18.

#
Club
M
W
D
L
GF
GA
GD
Pt
1
Inter
w w w w w
>
24
20
3
1
59
12
47
63
2
Juventus
w d l l d
>
25
16
6
3
38
17
21
54
3
AC Milan
w d w w l
>
25
16
4
5
49
31
18
52
4
Bologna
w w w w w
>
26
13
9
4
39
23
16
48
5
Atalanta
w w w w w
>
24
14
3
7
47
23
24
45

Pulic e Tomori si aggiungono a Jovic per il 3-1 finale

Il Milan risponde in campionato dopo la sconfitta in Champions League e si impone con un risultato di 3-1 contro il Frosinone di Di Francesco. Nonostante l’emergenza in difesa, Pioli schiera Theo Hernandez come centrale accanto a Tomori, con Florenzi sulla sinistra. La squadra rossonera prende subito il controllo del gioco, con Musah che si fa pericoloso e particolarmente ispirato. Poi è il turno di Chukwueze che cerca il gol, seguito da un tentativo del Frosinone con Oyono. Tuttavia, l’occasione più importante è il palo colpito da Chukwueze, che, sebbene colto in fuorigioco, sbaglia una grande occasione davanti a Turati. Tuttavia, al 43′, i padroni di casa riescono a segnare: su un cross di Chukwueze, Romagnoli tocca di testa ma la palla arriva a Jovic, che con un sinistro trova il suo primo gol con la maglia del Milan e porta i rossoneri in vantaggio al termine del primo tempo.

Nella ripresa arriva subito il raddoppio: direttamente dal lancio di Maignan, Pulisic controlla, entra in area e supera Turati con un morbido tocco sotto che vale il 2-0. La partita sembra ormai indirizzata e al 74′ Tomori chiude i giochi: lancio di Theo Hernandez, sponda di Jovic e deviazione sotto porta del difensore inglese, che cala il tris che manda in archivio la sfida di San Siro. A risultato acquisito, Pioli cambia: entrano Pobega, Traorè ma soprattutto Bennacer, che torna dopo oltre sei mesi. Il Frosinone ha però un sussulto e accorcia all’82’ con la punizione di Brescianini che attraversa tutta l’area ed entra in porta. All’85’ è poi il momento della seconda presenza del classe 2008 Camarda, che prende il posto di Jovic. Finale senza particolari sussulti: il Milan vince 3-1 e si porta a -3 dall’Inter in attesa della sfida tra Inzaghi e il Napoli, mentre resta a quota 18 il Frosinone, che nel giro di venti giorni perde per la seconda volta al Meazza.